Amore in prova

invito-cena-delitto-amore-in-prova
Questa sera, al ristorante prescelto per la festa di compleanno di Bianca Croce,
Marcellino Panduvin è stato consigliato dall’amica del cuore di Bianca, Alice, la
contessa Rotta Von Grotta, come possibile fidanzato …

dopo una attenta ricerca, fatta dalle due, su i siti di incontri fra cuori solitari. Bisogna subito premettere che la non più giovane Bianca, a causa di una sua innata timidezza e di una sua naturale predisposizione agli studi piuttosto che ai divertimenti, non aveva mai avuto l’occasione di intrattenere galanti relazioni con uomini. Marcellino Pandùvin, professore di letteratura tedesca e più in generale nord-europea, era rimasto vedovo; apparentemente riservato e timido, diventava di colpo intraprendente ed allegro dopo pochi bicchieri di vino—questa sera la sua intenzione era quella di domandare la mano della signorina Croce. Alice Rotta Von Grotta, di origini austriache, amica fin dall’infanzia della Bianca, dopo essersi perse di vista alla fine
degli studi, si erano ritrovate per caso una sera durante una manifestazione in un caffè letterario dove la signora Rotta von Grotta leggeva delle poesie di Goethe in tedesco…da allora iniziarono a frequentarsi assiduamente…il carattere un pò mondano della signora Alice, la quale si era sposata e divorziata svariate volte, forse 5 o 6, non ricordava bene, le innumerevoli amicizie con artisti e musicisti, facevano anche bene a Bianca Croce che finalmente si era decisa , questa sera
appunto forse, ad accettare la mano di un uomo…Si apriva un nuovo percorso di vita, finalmente l’amore arrivava anche per lei?
Forse….oppure no. E che ruolo aveva in questa storia la sorella gemella Azzurra?